IMPORTANTISSIMO

Ok. E’ giunto il momento in cui dovete fare una cosa per me…

E’ davvero IMPORTANTISSIMO. 

Cliccate su questo link, scorrete la pagina fino in fondo, cliccate “Mi piace” sul tasto apposito vicino all’icona di Facebook (vale 1 voto) poi cliccate sull’icona Renner (vale 2 voti).

Volete sapere cosa avete votato?? Un progetto bellissimo che sta sviluppando la mia oncologa. Un progetto che regala supporto psicologico ai giovani adulti ricoverati nel reparto di oncoematologia. 

Abbiamo solo due giorni per fare sì che tutto questo diventi realtà e servolo votiiii! Diffondiamo??

https://www.labuonavernice.it/g-web-e-g-lab-un-laboratorio-di-vista-e-di-creativita-per-i-giovani-adulti-ricoverati-in-onco-ematologia/?utm_source=tr.im&utm_medium=no_referer&utm_campaign=tr.im%2Fgweb&utm_content=direct_input

Ciao mondo!

Per seguirmi su WordPress, cliccate “segui” su questa pagina. Se volete invece leggere tutta la mia storia, potete trovarla qui.

(Marzo 2015)
Mi chiamo Valentina. Ho 25 anni, 320 giorni, 1 ora, 52 minuti e qualche secondo. Abito a Bologna. Sono una ragazza normalissima con una famiglia meravigliosa, tanti amici, un cane, un gatto ed un fidanzato che amo follemente da quasi 8 anni. Insomma, una ragazza fortunata. Da un po’ di tempo, non so di preciso da quanto, sono obbligata a convivere con il Signor H. Devo scriverlo con la maiuscola, perché purtroppo è entrato prepotentemente nella mia vita cercando in ogni modo di sconvolgere un po’ di quella felicità e tranquillità che stavo inseguendo. Le persone intorno a me sono già tutte abbastanza arrabbiate con il Signor H e non vedono l’ora che mi lasci in pace… Il Signor H lo conoscono un po’ tutti, di persona o per sentito dire, ma nessuno lo chiama così. Il nome antipatico con cui medici lo definiscono è “linfoma di Hodgkin”, insomma…un tumore che attacca il sistema linfatico. Me lo hanno diagnosticato quattro giorni fa dopo tante analisi e tanti accertamenti. Diciamo che non è una grande sorpresa, perché tutti un po’ ci aspettavamo questo risultato, ma saperlo con certezza e sentirselo dire è diverso. Da una parte sono contenta, perché, al contrario di altre tipologie di linfoma, è curabile nell’80% dei casi, dall’altra è pur sempre un tumore e di certo piacere non fa… Durante questo periodo di attesa e paura ho letto un sacco di testimonianze di persone che in passato hanno vissuto i miei stessi stati d’animo. Anche grazie a loro mi sono resa conto che non vale la pena farsi vedere tristi e che tutto va affrontato con un sorriso. Per questo ho deciso di pubblicare anche la mia storia. Chissà che un giorno non possa essere di conforto a qualcuno che la leggerà! Da oggi io entro quindi ufficialmente (e pubblicamente) in lotta con il Signor H… perché, come dice la mia mamma, “una battagliuzza ci ha buttato un po’ a terra… ma la guerra la vinceremo noi!”